Tricolori Allievi, Franchi 16° nel peso

10 Febbraio 2019


 

Nessun acuto abruzzese ai Campionati Italiani Allievi (under 18) indoor, che si sono svolti sabato e domenica 9-10 febbraio ad Ancona. Molto ridotto il numero dei partecipanti, alla fine solo quattro (l’ultimo forfait quello dell’ostacolista sulmonese Remo Palazzone, iscritto in un primo momento sui 60 ostacoli) conseguenza di rinunce e della mancanza di atleti di spessore in specialità praticate in sala. Da ricordare anche l’assenza del promettente velocista pescarese Lorenzo Gaetani, una delle potenziali punte del panorama abruzzese under 18, che si trova in fase di ripresa dall’infortunio patito ai campionati italiani Cadetti (under 16) dell’ottobre scorso, dove era uno dei favoriti sugli 80 metri. Il migliore è stato il lanciatore avezzanese Andrea Franchi (Unione Atletica Abruzzo), primo anno di categoria, classificatosi sedicesimo nel getto del peso (Kg 5) con la misura di 13,09 metri. Per lui la soddisfazione di un progresso di 5 centimetri sul precedente personale. La gara è stata vinta da Segond Emmanuel Musumary (Cento Torri Pavia) con la misura di 15,93 metri. 

Gli altri tre abruzzesi erano  presenti sui 60 metri. Nessuno è riuscito a superare il primo turno di batterie, né a migliorare il primato personale. Nello sprint femminile Ilaria Barnabei (Atletica Gran Sasso Teramo), atleta primo anno di categoria che si era ben comportata nei precedenti meeting correndo in 8”03, si è piazzata settima nella sua batteria con 8”11. Per superare il primo turno bisognava fare 7”98 per il ripescaggio, o piazzarsi nei primi tre posti.  Si è laureata campionessa italiana la marchigiana Melissa Mogliani Tartabini (Atletica Recanati) con un eccellente 7”56 in finale.

A livello maschile, Federico Gentile (Unione Atletica Abruzzo) si è classificato quinto in batteria con 7”38, vantando un personale stagionale di 7”25. Al turno successivo si accedeva con 7”23 di ripescaggio o piazzandosi nei primi tre posti. Ha vinto il titolo italiano il siciliano Matteo Melluzzo (Milone Siracusa) con 6”81, uno dei migliori risultati tecnici dell’intera manifestazione. Infine, Nicola Brigida (Mennea Atletica Chieti), accreditato di 7”30 di personale, è stato squalificato per falsa partenza.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate