La Volada: una gara con echi di storia

05 Maggio 2017

Domenica La Volada apre il Circuito Montagne Trentine, con una giornata di sport dai forti riflessi storici e culturali sui sentieri dei minatori


 

La Valle del Chiese è in questi giorni la grande protagonista della corsa in montagna. Lo scorso fine settimana gli atleti di casa Alberto Vender, Marco Filosi e Patrick Facchini hanno saputo cogliere il titolo italiano, chi di chilometro verticale, chi di lunghe distanze e domenica potranno fare sfoggio del tricolore in occasione de La Volada, la prima edizione della gara che tra sport ed echi di storia porterà gli atleti a sfidarsi sul "Sentiero dei minatori" a due passi dal Lago d’Idro. Il via de La Volada è fissato alle 9:45, cinque minuti più tardi invece scatterà la non competitiva.

Da fine ‘800 i minatori salutavano il fondovalle di Darzo per risalire l'erto crinale e lavorare nella faticosa estrazione della barite, attività oggi cessata. Di qui l’idea dell'Atletica Valchiese e dell'Associazione La Miniera di celebrare il ricordo della fatica di tanti valligiani allestendo questa prova che partirà dal Centro Sportivo di Darzo (410m slm) per concludersi in località Marigole (1.166m), dove erano situate le miniere. Il tutto per un dislivello di 1160 metri, spalmati su uno sviluppo di 8,5 chilometri disegnato accanto al Castello di Santa Barbara prima di imboccare l'impegnativa traccia dei minatori, con pendenze prossime al 30%.

I protagonisti di un tempo raccontano che i minatori più lesti riuscivano a completare il trasferimento in meno di un'ora e mezza: probabilmente i grandi atleti della corsa in montagna italiana, quasi 200 iscritti a cominciare proprio da Vender e Filosi, sapranno abbassare significativamente questo riferimento, ma l'importante è che per un giorno la memoria possa andare alle tante giornate di lavoro e di sacrificio dei lavoratori di un tempo. Una giornata all'insegna dello sport, della cultura e dello stare insieme, dunque. E proprio per tale ragione il programma de La Volada - primo atto stagionale del Circuito provinciale Montagne Trentine - prevede anche una gara riservata agli under 18 disegnata a Darzo (3,2km per 144 metri di dislivello) a cui parteciperà anche il talento di casa Massimiliano Berti, a sua volta portacolori dell'Atletica Valchiese e laureatosi campione italiano under 16 di categoria di corsa campestre lo scorso marzo. Il terzo asso dell'offerta giornaliera sarà la Passeggiata "Family" non competitiva che si svilupperà sempre a partire dal Centro Sportivo di Danzo su un tracciato di 5km con un dislivello complessivo di 324 metri, con l'arrivo nel cuore del paese, al cospetto dell'affascinante murale che racconta proprio il lavoro in miniera. Alle ore 13:00 per tutti gli atleti è previsto un “pasta party” presso il Centro Sportivo Polivalente a cura del Gruppo Alpini e della Pro Loco Darzo.

"Verso i Propri Limiti" è stato il gustoso antipasto de La Volada ieri sera (giovedì 4 maggio - NDR) presso la Casa Sociale con un ospite speciale: il maratoneta Orlando Pizzolato capace di vincere per due anni consecutivi, nel 1984 e nel 1985 la gara di New York e oggi uno stimato collaboratore RAI nelle cronache delle maratone internazionali, condirettore della rivista specializzata Correre, tecnico apprezzato nel settore amatori per i quali svolge stage residenziali al fine di fornire programmi di allenamento individualizzati e soprattutto consigli per affrontare sempre meglio l'attività di runner. Approfittando della sua presenza si è potuto sviscerare e conoscere gli aspetti generali correlati alla fisiologia e all'allenamento del runner mezzofondista, maratoneta, specialista del cross e del trail e della corsa in montagna. 

Gli organizzatori

La gara vuole unire sport e cultura e nasce da due associazioni locali: la storica Società Atletica Valchiese (attiva dal 1972), un vivaio inesauribile di giovani sportivi e di atleti di lungo corso, alcuni dei quali hanno portato anche la maglia azzurra a livello nazionale; L’Associazione di promozione sociale La Miniera, nata nel 2011 per volere di un gruppo di cittadini intenzionati a dare valore al ricco patrimonio storico, materiale e culturale collegato alla storia delle MINIERE DI DARZO: epopea che ha attraversato tre secoli (1894-2009), lasciando tracce indelebili nel tessuto economico e sociale della Valle del Chiese (TN) e della vicina Valle Sabbia (BS). INFO:www.minieredarzo.it



Condividi con
Seguici su: