Addio a Giulia Torino: aveva 32 anni

14 Gennaio 2021

Lutto nell'atletica laziale: la giovane atleta è stata vinta da una malattia. Roma Acquacetosa la ricorda: "Non ti dimenticheremo"

 
Un lutto sconvolge l'atletica laziale. "Una notizia tremenda ci è arrivata ieri; è morta la nostra amica Giulia Torino, a soli 32 anni, di una malattia che la accompagnava da sempre e con la quale ha convissuto e lottato" annuncia Mario Benati di Atletica Roma Acquacetosa sul gruppo del club.
 
"Giulia è stata una atleta di ottimo livello; è giunta settima ai Campionati Italiani di Cross nel 2007, a Villa Lagarina, qualificandosi potenzialmente per una maglia azzurra ai Campionati Mondiali di Cross U20 di Mombasa; purtroppo l'Italia decise di non schierare la squadra U20 femminile, ma di partecipare con solo un'atleta. Aveva poi raggiunto altri risultati di rilievo anche in pista, dove sempre nel 2007 era giunta decima ai Campionati Italiani U20 di Bressanone sui 5000 ed era protagonista in molte corse su strada. Era allenata da il prof. Mario Vaiani Lisi e frequentava i campi di Roma Nord, principalmente lo stadio dell'Acquacetosa, dove il suo carattere dolce e gentile l'aveva fatta benvolere da tutti.
Il suo sorriso ed il suo sguardo erano sempre segnati da un velo di tristezza, anche se aveva ogni volta da una parola gentile per tutti. Negli ultimi anni non si vedeva più al campo, ma non aveva mai fatto mancare auguri e saluti a tutti gli amici attraverso i social, nonostante il disagio della malattia. Tuttavia ricordo di averle visto sul volto un sorriso aperto e chiaro il giorno in cui tornò dalla gara di Villa Lagarina, felice del suo settimo posto e speranzosa nella convocazione in Nazionale. All'atletica e al suo allenatore va il merito di averle regalato qualche momento di serenità e di speranza nel futuro" ricorda Benati.
 
"A tutti noi mancherà un pezzo del nostro percorso atletico ma soprattutto un'amica sincera, disinteressata, dotata di un'intelligenza brillante e di una sensibilità enorme, troppo grande per questa vita. Ciao Giulia, non ti dimenticheremo" conclude Benati.
 
FIDAL Lazio si stringe alla famiglia e agli amici di Giulia. Un dolore immenso pervade tutto il movimento. Condoglianze.


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate