Trail a Terminillo: festa Cretaro e Castro

11 Luglio 2018

Atleti da tutto il mondo per l'evento italiano del circuito mondiale K42 


 

Supereroi, tutte le atlete ed atleti, provenienti dall’Argentina, Brasile, Bulgaria, Islanda, Polonia, Spagna, Svizzera, Uruguay ed Italia, che nelle giornate di sabato e domenica hanno partecipato alle diverse prove organizzate nell’ambito del circuito internazionale K42 Series, riconosciuto come il più importante circuito mondiale di maratone K42, al Terminillo (Rieti). Due giornate intense di attività agonistica, corredate da conferenze su cooperazione bilaterale tra Argentina ed Italia sullo sviluppo delle aree montane attraverso lo sport, degustazione di prodotti enogastronomici italo-argentini, spettacolo di artisti nello sport per solidarietà e presentazione di libri.

Prologo il sabato, con la prova “corta” il “K sprint” sui 4.800 metri con dislivello +520 metri. Gli atleti partiti da 1640 metri hanno raggiunto i 2160 metri per poi riscendere a Terminillo. Prima assoluta al traguardo Raffaella Tempesta, classe 1969, atleta dell’ASD Terminillo Trail, specialista del vertical kilometer, vincitrice nel 2016 dello Sky Run del Mammut, del Vertical di Serra di Celano, del titolo italiano master di Sky Marathon a Prati di Mezzo. Recentemente, il 24 giugno, si è aggiudicata la vittoria dello Skyrace del monte Terminillo.

Domenica mattina splendida, caldo, sole in una giornata che, al meteo, parla di temperature variabili dai 10 ai 15 gradi sulla vetta del Terminillo. Puntuali alle 9 partono gli atleti per la gara breve dei 22 km che separano Terminillo da Leonessa e presentano un dislivello di +1200 metri e, i più coraggiosi che si cimentano sui 44 km con un dislivello +3310, ovvero da Leonessa al rifugio Rinaldi situato sulla cima del Terminillo. Sono 163 in totale, di cui 62 per la gara lunga. 

A Leonessa gli atleti giungono in quest’ordine. Uomini: Guido Barbuscio (Runners Chieti) in 2h16:35, atleta che aveva corso la maratona di Venezia nel tempo di 3h09.06 nel 2017, e già vincitore del Winter Trail dei Monti Simbruini. Secondo Salvatore Ragonese (Bergteam) in 2h21.56, terzo Alessio Biagioni (Piano ma arriviamo) in 2h28.19. Per le donne: Oriana Quattrocchi (Free Runners di Lariano) in 3h09.19, settima nel 2016 nella Super Maratona dell’Etna, gara con dislivello +2900, seconda Valentyna Smoliar (GS Bancari Romani) in 3h11.27, terza Alice Ciccarelli (Runcard) in 3h15.15. Tagliano il traguardo 53 uomini e 7 donne, tutti risultano classificati entro 4 ore. 

Al Terminillo intanto prendono il via altre due prove; la prima è la camminata escursionistica, realizzata in collaborazione con il Rotary Club di Rieti ed il Rotary distretto 2080, che coinvolge oltre 150 appassionati della montagna e delle sue bellezze. Infine, la mini prova sui 1000 metri riservata ai piccoli, “la K Kids”. Il vincitore, Andrea Cretaro (1986) della Ernica Running impiega 5h45.15 per aggiudicarsi la prova. Si dichiara soddisfatto delle meraviglie naturali incontrate sui sentieri, felice della sua prova, riconoscente per la collaborazione ricevuta da parte di tutti gli addetti al percorso,  e cosciente di poter fare ancora meglio, visto che la prova K42 del Terminillo è stata riconosciuta, internazionalmente, di difficoltà “ dolomitica”. Al secondo posto lo spagnolo Jesus Fraile, catalano 45enne, già vincitore quest’anno della quinta edizione del Trail delle Valli Etrusche, gara di 50 km con dislivello +2600, con il tempo di 6h01’01”. Terzo Angelo Iademarco (Podistica San Salvo) con il tempo di 6h02’34”. 

Continuano gli arrivi degli uomini e cresce l’attesa per l’arrivo della prima donna Yennifer Castro, trentenne atleta del Club Hi Tech Argentina, che arriva a braccia alzate con in mano la mini bandiera del suo paese, che espone con tutto l’orgoglio e la fierezza che questa vittoria le hanno regalato. Lo scorso anno, in Patagonia, era stata la protagonista sui 42 km nel 2018 dove ha vinto la prova dei 30 km del campionato nazionale di Trail e si è imposta nella settima edizione della “Mujeres Corren", gara con oltre 1500 atlete al via. Taglia il traguardo al Terminillo in 6h48:21, al secondo posto Raffaella Tempesta, vincitrice del “K sprint” del sabato e conseguentemente vincitrice della classifica del “K Challenge“ per la somma dei tempi ottenuti nelle due prove. Tempesta chiude in 7h05:22, terza posizione per Sara Lavino Zona della Ggb Biella, vincitrice del Salomon Trail Tour Italia 2017, al traguardo in 8h49:39.

Moreno Saddi (ha collaborato Salvatore Giansiracusa)



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate