Nasego: Facchini ancora re del vertical

13 Maggio 2018

Patrick Facchini si conferma dominatore del Vertical Nasego che a Casto ha inaugurato la due giorni di corsa in montagna


 

Dodici mesi dopo, Patrick Facchini (Atletica Valchiese) è ancora il re del Vertical Nasego.

Il giudicariese di Roncone non ha voluto cedere lo scettro ed ha letteralmente spianato i mille metri di dislivello delle alpi bresciane completando la propria prova in 36'15 inseguito dall’atleta del Team Sportler Hannes Perkman(già vittorioso al Vertical Tube 2018) con il crono di 37:01. Sale sul podio un tenace Bernard Dematteis in 37:12, dopo aver duellato con Perkman per gran parte della gara. Quarto posto per il fratello Martin Dematteis (37:44), seguito dal veterano Emanuele Manzi (38:12), verticalista e reduce dalla Tower Running di Taipei. Dietro di loro anche Fabio Bazzana(Valetudo Serim).

Al femminile la regina del Vertical Nasego è la rumena Denisa Dragomir (Valetudo Serim) che ferma il cronometro a 45:10, lontana al record del 2017 di Valentina Belotti.  Seconda posizione per Ilaria Bianchi (46:52”) seguita da Elisa Compagnoni a 2:41” di distacco dalla vincitrice. A un passo dal podio Arianna Oregioni(49:52) seguita da Carolina Michielin.

Domani domenica 13 maggio grandi attese per la gara Long Distance con atlete del calibro di Lucy Murigi (Kenya), Sarah Tunstall (Gran Bretagna), Celine Lafaye (Francia) ma anche le azzurre Alice Gaggi, Barbara  Bani ed Elisa Compagnoni. Al maschile sfida tra i big del Mountain Running mondiale: Bernard e Martin Dematteis, Julien Rancon (France), Ben Riddel (Great Britain), Isaac Kosgei (Austria) e molti altri ancora.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate