Rieti: Fedel e Favalli, domenica d'oro

09 Giugno 2019

Ancora due ori per il Trentino ai tricolori Juniores e Under 23 di Rieti: Simone Fedel (Us Quercia Trentingrana) vola nel triplo a 15,37; Sophia Favalli trionfa nei 1500 davanti ad Elisa Ducoli, argenti anche per Ramus e Ianes, bronzo Peterle


 

Simone Fedel e Sophia Favalli, entrambi portacolori dell'Us Quercia Trentingrana, hanno regalato all'atletica trentina altri due trionfi nella terza ed ultima giornata dei Campionati Italiani Junior ed Under 23 di Rieti.

I due junior gialloverdi hanno fatto letteralmente saltare il banco, con Fedel - perginese allenato da Alberto Faifer - capace di superarsi con un quarto balzo da 15,37 nel triplo under 20 per soprendere la concorrenza, aggiungere quasi mezzo metro al proprio primato personale e garantirsi un posto in azzurro ai prossimi EuroJunior di Boras. Il tutto davanti a Fabio Pagan (15,29) ed Enrico Montanari (15,23), mentre il principale favorito della viglia Gabriele Tosti incappava nella più classica delle giornate no infilando tre nulli consecutivi e finendo anzitempo la propria gara.

E d'oro sono stati anche i 1500 metri juniores.

Una gara che come già i 5000 metri di venerdì si è trasformata in un dominio trentino per opera delle due portacolori dell'Us Quercia Trentingrana Sophia Favalli ed Elisa Ducoli, junior di scuola bresciana e prime firme di giornata rispettivamente in 4’30”63 e 4’32”46, con la stessa Battocletti che ha preferito rinunciare all’impegno dopo la fatica della prova maggiore.

 

Ma le medaglie della giornata conclusiva del trittico reatino non sono finite qui: nei 200 metri junior Lorenzo Ianes (atletica Trento) è salito sul secondo gradino del podio. Dopo aver siglato il miglior tempo delle batterie, il primatista trentino del mezzo giro di pista si è dovuto arrendere nel turno decisivo al milanese Mattia Donola, imprendibile con il suo 21”01 mentre l’aquilotto allievo di Silvano Pedri si è espresso sul 21”37, difendendo l’argento dalle avances di Joseph Twumasi (21”55).

Identico metallo anche per Stefano Ramus (Atletica Valli di Non e Sole) nell'alto juniores. Era il grande favorito della gara, il noneso allenato da Matteo Pancheri, ma una violenta tonsillite e la cura antibiotica l'hanno tradito, fermando il suo decollo a 2,04 e costringendolo ad accontentarsi della piazza d'onore, con il vicentino Manuel Lando pronto a soffiargli il titolo tricolore a quota 2,14. 

E nel bottino di giornata c'è posto anche per il bronzo di Jessica Peterle (Us Quercia Trentingrana) nei 400hs under 23: alla doppietta delle poliziotte Linda Olivieri e Rebecca Sartori, la veronese gialloverde ha risposto scendendo a sua volta sotto il minuto di gara, 59”92.

 

Il bottino finale parla dunque di 15 medaglie targate trentino, 5 ori, 7 argenti e 3 bronzi: davvero tanta roba.

 

RISULTATI/Results - FOTO/Photos - ORARIO/Timetable - TUTTE LE NOTIZIE/News


Sophia Favalli ed Elisa Ducoli verso la doppietta nei 1500


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate