Tricolore Vertical: Facchini e Vender al top

05 Ottobre 2018

Domenica in Val Chiavenna si assegnano i titoli italiani di chilometro verticale: il movimento trentino punta molto sui giudicariesi Alberto Vender e Patrick Facchini


 

Le ultime ore e poi sarà spettacolo, 33° Trofeo Amici Madonna della Neve Lagunc, 19^ edizione del KM Verticale che per primo in Italia ha lanciato questo tipo di competizione su livelli assoluti per organizzazione, cura dei dettagli ed ufficialità dei parametri fondamentali.

1000 metri D+ e 3,298 km di sviluppo tra la partenza posta a quota 352 slm in località Loreto (comune di Chiavenna) e l’arrivo a 1352 slm in località Lagùnc (in Comune di San Giacomo Filippo), un percorso interamente naturale fatto di sentieri e mulattiere percorribili tutto l’anno e con un perfetto mix di strappi e tratti di recupero che favoriscono il gesto tecnico e permettono di tentare dei crono a volte stupefacenti.

Qui stanno di casa i due record del mondo della specialità senza ausilio di bastoni: 35’54” al femminile (anno 2017), 30’27” al maschile (anno 2013), Qui domenica 7 ottobre 2018 scenderanno sul campo di gara oltre 200 atleti a caccia dei titoli italiani Assoluti, Promesse, Junior, Master, Società di Km Verticale Fidal, Qui i top vertical runner del panorama italiano si contenderanno la Eolo Vertical Cup che dopo 4 prove deve ancora eleggere un re ed una regina, con i migliori del ranking separati davvero da pochi punti. Qui infine, ma soprattutto, arriveranno campioni e specialisti da tutto il mondo per una sfida che è già leggenda.

Quando mancano davvero pochissime ore all’apertura ufficiale della manifestazione, fissata per Sabato 6 alle ore 14.00 in Piazza Bertacchi, il patron Nicola Del Curto può ufficializzare il cast stellare che anche quest’anno porterà a Chiavenna per onorare l’evento di punta della sua ASD Amici Madonna della Neve.

La lista iscritti completa : https://event.endu.net/events/event/entrants_42100.do?stringdata=42100

Gara Uomini:

Si parte fortissimo con i big italiani che si contendono Scudetto Tricolore ed Eolo Vertical Cup 2018! Il detentore del titolo al maschile è il trentino del Valchiese  Patrick Facchini, che sarà al suo posto per difendere non solo il flag nazionale ma anche per andare a caccia della coppa, visto che in graduatoria è solo 20 punti dietro a Francesco Puppi, altro calibro pesantissimo che sarà allo start. Ma il parterre è davvero stellare ed impossibile raccontarlo senza partire dal vincitore della Chiavenna-Lagunc 2018 Michele Boscacci: 1° lo scorso anno, 3° e 2° nelle due edizioni precedenti, il fenomenale skialper di Albosaggia vuole provare ad abbattere il muro dei 32’ magari regalandosi un titolo italiano. Dovrà fare i conti con uno dei rivali di sempre qui a Chiavenna, il capitano azzurro Bernard Dematteis che della gara detiene il record, 30’27”, miglior prestazione mondiale della specialità, ottenuto proprio su questo palcoscenico nel 2013. Tra gli atleti in pole position ecco poi il giovane fenomeno Davide Magnini, Henri Aymonod che lo scorso anno fu 2°, la leggenda Marco De Gasperi, l’altro gemello Martin Dematteis che sta tornando fortissimo anche su queste gare only up e che qui in passato ha fatto sfracelli. E poi ancora Alberto Vender, Pietro Lenzi, Luca Magri, Fabio Ruga, Lele Manzi, Andrea Rostan ed alcuni specialisti di nicchia come Mattia Scrimaglia, Eros Redaelli e Luca Malgarida. Atleti forse meno noti alle cronache internazionali ma che su panorama locale poi spesso “la spiegano” a tanti big. Proprio in tal senso è da registrare anche la grande notizia del ritorno alle gare che contano di un runner che è culto ed esempio per molti appassionati: dalle liste iscritti emerge il nome di Nicola Golinelli, fermo da qualche stagione ma che qui ad esempio vinse nel 2014 e soprattutto è titolare di una carriera tutta vissuta all’attacco ed alla ricerca di sfide. Uno che, per dirla in sintesi, non ha mai rifiutato il confronto coi migliori e sia nel mountain che nello sky running ha saputo regalare grandissime imprese.

 

Gara Donne:

Con Valentina Belotti ferma ai box il titolo italiano è preda succulenta per molte colleghe che si sono rincorse tutta ls stagione tra alti e bassi, con il leit-motiv della sola salita a scandire l’inseguimento alla maglia azzurra per il mondiale in Andorra. Oggi le maggiori fiches sono puntate sulla valtellinese Elisa Sortini che è tornata davvero forte e dopo le ottime prestazioni estive tra FlettaTrail e San Fermo Trail ha firmato lo scintillante 12° posto ai mondiali in gara dal livello memorabile. Il recente exploit al Mela Vertical di Tirano conferma che è la favorita numero uno per la maglia tricolore con una nutrita schiera di avversarie pronte a farle lo sgambetto. Si parte certamente da Elisa Compagnoni, che domenica ha sulla racchetta il match ball per chiudere la Eolo Vertical Cup Femminile, per proseguire con Samantha Galassi, Arianna Oregioni ed Annalaura Mugno.

Anche al femminile grandissimi nomi international: la detentrice del titolo e del record del mondo Andrea Mayr torna a Chiavenna per andare a caccia di un ritocco al primato che sarebbe clamoroso. La fenomenale austriaca ha condotto la solita stagione perfetta, vincendo in lungo ed in largo con la sola macchia della giornata no al mondiale. Nelle recenti dichiarazioni non ha mancato di sottolineare come sia rimasta impressionata dalla bellezza della gara Chiavennasca, qualcosa che per gli organizzatori è una vera investitura. A provare l’impresa impossibile di stare nelle sue vicinanze cronometriche saranno l’irlandese Sarah McCormack, grande protagonista al PizTriVertikal di Malonno e poi alla Stellina, la rumena Denisa Dragomir e la rwandese Primitive Niyirora.

Storia, talento, classe ed esperienza per un livello superlativo che terrà col fiato sospeso mentre le partenze individuali a cronometro si succederanno a ritmo incessante.

Il ranking di Eolo Vertical Cup Maschile dopo 4 prove: http://www.fidal.it/upload/files/Classifiche/2018/Eolo%20Grand%20Prix%202018.Vertical%20M_dopo%204%20prove.pdf

Il ranking di Eolo Vertical Cup Maschile dopo 4 prove: http://www.fidal.it/upload/files/Classifiche/2018/Eolo%20Grand%20Prix%202018.Vertical%20F_dopo%204%20prove.pdf



Condividi con
Seguici su: