Yeman, Nadia e Francesco: tris d'assi a La Mandria

10 Marzo 2019

Tripletta di titoli tricolori alla Festa del Cross per il movimento trentino: Yeman Crippa vince tra i senior, Nadia Battocletti è imprendibile tra le junior davanti ad Angela Mattevi e Francesco Ropelato stupisce tra i cadetti. E non &


 

Una domenica lussureggiante per la corsa campestre trentina, quella che ha ospitato il ritorno dei Campionati Italiani di Cross nel nobile teatro del Parco La Mandria della Reggia di Venaria Reale. Una domenica piemontese che ha ispirato a fondo i nostri portacolori, capaci di raccogliere ben sei medaglie, la metà delle quali del metallo più pregiato. Titolo italiano è stato infatti per Yeman Crippa (Fiamme Oro) tra i senior, per Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre) tra le junior e per un sorprendente Francesco Ropelato (Us Quercia Trentingrana) tra i cadetti, alla prima esperienza in un consesso tricolore.

E ai tre squilli vincenti si sono accompagnate altrettante medaglie, con l'argento di Isabel Mattuzzi (Us Quercia Trentingrana) tra le senior alle spalle della veronese Francesca Tommasi, con il secondo posto di Angela Mattevi (Atletica Valle di Cembra) nella scia della Battocletti e con il prezioso bronzo di Lorenzo Pilati (Atletica Valli di Non e Sole) nel cross corto senior.

 

Insomma, una giornata di grande fascino, con tante storie diverse che hanno accompagnato i rispettivi successi: Yeman Crippa ha provato ad interpretare fino in fondo il ruolo del protagonista assoluto, tentando di imporsi anche nella prova del CDS aperta anche agli stranieri, ma nel chilometro finale il terzetto keniano guidato da Tiongik ha avuto la meglio, costringendo il poliziotto trentino ad "accontentarsi" del quarto posto e del titolo tricolore. Gara in solitaria invece per Nadia Battocletti che ha tenuto fede al pronostico, esibendo la consueta eleganza e godendo appieno di questo test a tre settimane dall'appuntamento con i Mondiali di corsa campestre di Aarhus, Danimarca. E gara decisamente autorevole è stata anche per Ropelato, cadetto al primo anno e valsuganotto di Spera che, una volta presa confidenza con la situazione, ha inscenato una fuga solitaria che ha letteralmente stupito tutti, compreso probabilmente il suo allenatore Antonio Purin.

 

Oltre alle sei medaglie, il Trentino si è fatto vedere anche nelle altre categorie, basti citare il settimo posto di Luna Giovanetti (Atletica Valle di Cembra) tra le allieve e l'ottavo di Daniel Rocca (Lagarina Crus Team) tra gli allievi: non c'era probabilmente modo migliore per chiudere la parentesi della stagione invernale (in attesa della rassegna iridata della Battocletti). Ed ora la mente può già spaziare verso l'estate.

 

RISULTATI/Results - FOTO/Photos TUTTE LE NOTIZIE/News


Yeman Crippa (Fiamme Oro)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate