Un oro e otto medaglie complessive ad Ancona

10 Febbraio 2020

Prezioso bottino per l'atletica trentina alla rassegna tricolore U23 e U20 del fine settimana ad Ancona: un oro per Annalisa Russo, tre argenti (Andrei, Rocca, Tronchin) e quattro bronzi (Rocca, Giordani, Libera, Fedel) per iniziare al meglio la nuov

 
Otto medaglie per iniziare nel migliore dei modi il cammino tricolore di questo 2020. E' ancora una volta ricco il bottino trentino ai Campionati Italiani Indoor Junior e Promesse, andato in scena nel fine settimana nell'ormai consueto scenario del PalaBancaMarche di Ancona.
Un oro, quello di Annalisa Russo (Gs Valsugana Trentino) nei 3000 metri di marcia U23, gara che ha accompagnato sul podio anche Vittoria Giordani (Us Quercia Trentingrana), terza, gli argenti di Daniel Rocca (Lagarina Crus Team) nei 1500 metri Juniores, di Stella Tronchin (Us Quercia Trentingrana) nel salto con l'asta U23 e di Aldo Andrei (Gs Valsugana Trentino) nei 5000 metri di marcia Juniores e gli altri bronzi raccolti da Francesco Libera (Atletica Valli di Non e Sole) nei 60 metri U23, da Simone Fedel (Us Quercia Trentingrana) nel salto triplo U23 e dallo stesso Rocca, capace di salire sul podio under 20 anche domenica grazie al terzo posto negli 800 metri.

Atletica trentina ancora protagonsita dunque e non poteva iniziare nel modo migliore una stagione che segue l'annata da record 2019: non va dimenticato come alla rassegna mancavano per diverse ragioni tanti possibili protagonisti, citando in ordine sparso e limitandoci a pochi nomi basti ricordare Lorenzo Paissan, Lorenzo Ianes, Nadia Battocletti, Angela Mattevi e via dicendo.


Due medaglie per Rocca, dunque: già sul podio l'anno passato nella seconda stagione da allievo, in questo primo mese da juniores l'allievo di Claudio Pedri ha saputo raddoppiare. Sabato pomeriggio i 1500 metri vinti dl pavese Andrea Sambruna (3'56"84) l'hanno visto chiudere in seconda posizione un acceso finale con un ottimo 3'57"06, lasciandosi alle spalle il siciliano Carmelo Cannizzaro che ha soffiato la medaglia di bronzo al cembrano figlio d'arte Pietro Pellegrini (Atletica Valle di Cembra) quarto a sua volta sotto i quattro minuti. Ieri quindi il lagarino si è ritagliato un posto anche sul podio degli 800 metri che hanno incoronato il friulano Emanuele Brugnizza (1'54"73) davanti a Marco Aondio e ad un brillante Rocca (1'55"33). Riparte dal bronzo invece la corsa di Francesco Libera. Dopo aver perso gran parte degli scorsi mesi per problemi fisici, il velocista noneso è stato protagonista di un sabato di grande spessore, con tanto di vittoria nella semifinale (6"84) che gli ha spalancato la via del podio (6"94 in finale) alle spalle di Nicholas Artuso e Stefano Quarshie.

Terzo posto sempre tra gli under 23 per Fedel, a sua volta al debutto nella categoria, con un 14,81 che l'ha proiettato sul podio alle spalle del quotato Andrea Dallavalle (16,61) e del triestino Simone Biasutti (15,70). Ma la grande protagonista del sabato tricolore in chiave trentina era stata la marcia, con Andrei ancora argento tra gli junior alle spalle del "solito" Davide Finocchietti al termine dei 5000 metri: 20'58"70 per il toscano, 20'59"49 per il diciottenne di Strigno, mentre al femminile Russo è andata a cogliere il titolo tricolore dei 3000 under 23 in 13'32"56 davanti ad Annachiara Paternicò e alla trentina Vittoria Giordani che si è così confermata sul podio nazionale anche nella nuova categoria, dopo 13'56"88 di gara.



RISULTATI/Results - FOTO/Photos - ORARIO/Timetable - TUTTE LE NOTIZIE/News


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate